Sindrome dell’Ovaio Policistico

Condividi

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) è comune nelle donne in età riproduttiva ed è associata ad un alto rischio di sviluppo di diabete di tipo 2. L’insulino-resistenza è una componente chiave nella patogenesi della sindrome dell’ovaio policistico e intolleranza al glucosio.

In questo studio di Hara M, Alcoser SY, Qaadir A. et al.* è stato esaminato la relazione della Pro(12)Ala polymorfismo nel gene PPAR-gamma (PPARG) per le caratteristiche cliniche e ormonali della PCOS. Gli studi hanno concluso che le donne in Pro(12)Ala in PPAR-gamma erano maggiormente predisposte all’insulino resistenza, fattore determinante per l’innalzamento dei valori degli androgeni del siero corresponsabili alla PCOS.

*Fonte scientifica: Insulin resistance is attenuated in women with polycystic ovary syndrome ith the Pro(12)Ala polymorphism in the PPAR-gamma gene., J Clin Endocrinol Metab. 2002 Feb; 87 (2): 772-5.

La sindrome dell’ovaio policistico è conosciuta anche come:

Policistosi ovarica;
Micropolicistosi ovarica;
Sindrome dell’ ovaio policistico;
Sindrome dell’ ovaio microcistico;
Sindrome dell’ ovaio micropolicistico;
Sindrome di Stein-Leventhal.


Rimedi Fitoterapici e Integratori Alimentari

Momordicina e  Cannella contenuti nell’integratore Faim sono utili per migliorare il metabolismo dei carboidrati, così come il Cromo, elemento essenziale per il metabolismo degli zuccheri, può migliorare la tollerabilità del glucosio.

L’integratore Faim contiene anche Gymnema Silvestre, pianta officinale coadiuvante del fisiologico controllo dei carboidrati e lipidi e senso della fame. La parte della pianta medicinale utilizzata è la foglia, che nella tradizione indiana è impiegato per controllare il tasso del glucosio ematico al fine di sopprimere la fame da carboidrati controllando il senso della fame e il gusto del dolce.


Condividi

Lascia un commento

Questo sito utilizza cookie tecnici e di navigazione per migliorare l'esperienza di navigazione.